Funghi che passione!

20180923_181548

Ciao a tutti amici dei boschi, oggi vorrei parlare delle escursioni dedicate alla raccolta dei funghi. Questo prelibato regalo della natura rappresenta indiscutibilmente una vera e propria passione che spesso si tramuta in sindrome da cercatore.

Per trovarli non ci sono sacrifici che tengono, dalla levataccia alle tre del mattino alle distanze anche notevoli per raggiungere il posto che  “nessuno” conosce, il cercatore esperto ed incallito non fa salti “alla spera in Dio” , tiene un diario, sta attentissimo alle condizioni meteo, conosce la zona ed è adeguatamente attrezzato e si reca sul posto con persone che hanno pressappoco la sua esperienza. Ma il fascino del carnoso Porcino, dell’elegante Galluccio e della sinuosa ed invitante Mazza di Tamburo non risparmia nessuno ed almeno una volta nelle vita si risponde a questo sublimale richiamo delle natura.

20180923_18570520180923_18573020180923_185737

Ebbene sì, è qui che cominciano a complicarsi le cose. Grazie all’indicazione o una “sparata” del collega d’ufficio che ha riempito sacchi alti così di porcini, perché lui col cavolo va a spendere dei soldi per comprarli, comincia a maturare un pensiero “tarlizzante”: perché non fare una girata per boschi con la famiglia?  Il maschio dominante comincia a questo punto a programmare la “gita “… ma quale cappero di gita?  Nei boschi non si fanno gite! Già ma il maschio alfa non può sentirci pertanto lui prosegue con la sua programmazione. Panini per tutti, acqua e magari qualche bevanda extra, scarpe comode ma naturalmente di quelle messe oramai in pensione, bustoni di plastica residui da spese effettuate nei vari supermarket, coltelli da tavola con lama seghettata,  tanto il fatto di raccogliere correttamente un fungo è solo “un’invenzion de preti”  e  lui magari ha un Multi-Tool, vabbeh è il capo! Smartphone e levataccia alle 04.00 del mattino.

20180923_18073020180923_18371020180923_18371220180923_18550520180923_185510

Ok , può sembrare uno spunto preso dalle escursioni aziendali dei ragionieri Filini e Fantozzi ma non è così! Sono le cronache che lo confermano con le disavventure che purtroppo a volte hanno risvolti anche troppo tragici, ogni anno cercatori di funghi improvvisati si smarriscono nei Boschi anche con famiglia a seguito.

 

20180923_18562920180923_185636

Finito qui? Certo che no! Alcuni di questi avventurosi se la scampano ma per disgrazia  i funghi li trovano, quindi secondo voi li porteranno in uno dei centri per verificare che sono funghi commestibili? Anche in questo caso sono le statistiche e la cronaca che la dicono tristemente lunga.

20180923_19040520180923_19035920180923_19031220180923_190316

Andare a Funghi non è fare una gita, è una escursione a tutti gli effetti, riconoscerli non è un fattore da dare per scontato. Portare con se il minimo necessario per garantire la propria sicurezza non è una “cazzata alla Rambo” e far controllare quello che abbiamo raccolto oltre a darci una indicazione su quelle che sono le nostre reali conoscenze in materia, ci consentirà di consumare in serenità il frutto di quello che abbiamo raccolto durante una splendida giornata trascorsa nei boschi.

20180923_19060320180923_19072520180923_190728

Un abbraccio e buon bosco a tutti!

P.s. Nelle foto postate uno solo dei funghi è (con il beneficio del dubbio) commestibile, tu sapresti riconoscere quale?

.

 

Annunci

34 risposte a "Funghi che passione!"

  1. Bella descrizione che mi ha portato indietro nel tempo, quando pure io, durante le vacanze in Trentino facevo n giretto nei boschi in cerca di funghi e incontravo gente in sandali e sportina di plastica (proprio l’ideale!). Sbaglio o quello giallo è un finferlo o galletto?

    Piace a 3 people

  2. Che belli! Da piccola andavo a raccoglierli con mia mamma, li sapeva riconoscere!
    E una volta siamo state in montagna, dove ce n’erano di più, e al ritorno dalle ricerche c’era qualcuno che li vagliava per controllare se ce n’erano di velenosi da quelli raccolti dai gruppi… ricordo che ne trovarono uno e che aprendolo cambiò di colore dentro, mi pare arancio-viola °-° Magari è la mia fantasia, ma era stranissimo! 😀

    Piace a 4 people

  3. Hahahaha ti comprendo, ma per le cise che amiamo i sacrifici sono solo dettagli di poco conto.
    Io vengo da una città di mare, quando per lavoro sono andato a vivere a Novara, per una battuta di pesca sub mi alzavo alle 02.00 per essere dagli amici alle 05.30 a Cogoleto in Liguria 😂😂

    Piace a 1 persona

  4. Il porcino è uno dei tre che preferisco, voglio sperare che chi ne raccoglie così tanti lo faccia nel modo più corretto e compatibile con l’ecosistema del bosco, altrimenti limpatto sarà devastante per gli anni successivi.
    Personalmente raccolgo solo quelli che mi occorrono per un buon risotto ☺

    Piace a 1 persona

  5. Ho appreso fin da bambina a riconoscere i funghi e a rispettare i boschi. Passavo agosto e settembre a Treviso Bresciano in Val Sabbia, nella colonia “Casa Gaia” dell’istituto in cui studiavo e trascorrevo il resto dell’anno. Da più grande ho imparato anche a riconoscere i funghi di pianura e a non fidarmi di quelli che non conoscevo. Ho anche alcuni manuali con disegni e fotografie. Non vado matta per i funghi, ne ammiro la bellezza, ma non sono fra i miei cibi preferiti. Ricordo le belle amanite muscaria di Treviso Bresciano, ma solo le amanite cesarea mangiavamo in insalata. I vari tipi di porcini, raccolti anche nei boschi della Germania e le “pearune” i Funghi Ostrica, trovati sugli alberi. Ho visto solo una volta in vita mia una amanita phalloide e l’ho riconosciuta subito e un’altra amanita del genere Amanitopsis l’ho trovata nel mio giardino poco lontano dall’ulivo, bella e solitaria, ma certamente poco appetibile. A volte, nel mio giardino, ai piedi di qualche tronco morto, trovo i chiodini, li raccolgo piccoli per fare il risotto oppure un po’ più grandi per farne una frittura oppure trifolati.

    Piace a 4 people

  6. Anch’io, quando andavo con i miei genitori prima e con mio marito poi, almeno fino a quando è stato possibile, era più la “gita” che ci interessava e raccoglievamo solo quello che avremmo potuto consumare in poco tempo. Poi c’era sempre qualche castagna, delle bacche, delle foglie secche o fresche interessanti, ghiande , rametti secchi, semi vari, sassi, insomma tante piccole cose con cui, costruire a casa piccoli oggetti per gioco.

    Piace a 1 persona

  7. Anche io sono un’appassionata del bosco e dei funghi. Sono nata a Ceva in provincia di Cuneo e lì i funghi, i miei nonni abilissimi cercatori, li facevano essiccare per poi venderli al mercato. Devo dire che specie di funghi piemontesi non le ho ritrovate nei Castelli Romani dove vivo adesso. Il mio preferito è il galletto, galletto con spaghetti con pochi pomodorini ed un tocco di peperoncino; più galletti che spaghetti…Con mio marito facciamo lunghe escursioni ma non siamo quelli “dell’alzataccia delle quattro”. Andiamo tranquillamente verso le undici e torniamo verso le due-tre con il nostro bottino. Pochi funghi, come “la famigliola” li regaliamo ad amici ed anche i porcini fanno la stessa fine: ne teniamo uno solo, piccolo e sodo per le fettuccine. Hai ragione quando avverti di non raccogliere funghi se non si ha il patentino. Una famiglia Di Rocca di Papa la settimana scorsa è stata ricoverata in ospedale ( non so come se la siano cavata) per una ammanita scambiata per ovulo. Massima attenzione: ne va della vita.

    Piace a 3 people

  8. Si apprende con il tempo, tu li raccogli , magari portando con te un piccolo libro che in modo chiaro mostra le spece quantomeno più comuni, o se dove ti rechi hai campo puoi scaricarti un app , poi li fai controllare in uno dei tanti centri disponibili. I risultati positivi non si faranno attendere.🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...