Racconti di un coltello da trapper

img-20170731-_wa0020

Mi è accaduto a volte, guardando dei miei vecchi coltelli di lasciarmi andare alla fantasia e chiedermi cosa avrebbero raccontato se avessero potuto parlare. Cosa direbbe un coltello da tavola? Probabilmente <<Bistecca! Bistecca!>> Un coltello da salumiere? Cosa potrebbe aver visto dopo 20 o 30 anni di lavoro? Salami, mortadelle, arrotino?

Immaginate un vecchio saggio coltello Bowie che racconta agli altri coltelli di casa di un ragazzetto e delle mille avventure vissute insieme a lui, tra le campagne e i boschi intorno ad un piccolo paese in cui lui ed il ragazzetto trascorrevano parte delle vacanze. Immersi in una vasta campagna, tra fiumi, pinete selvagge e mare e spiagge dove si poteva camminare per chilometri senza incontrare anima viva, immagino gli sguardi sognanti dei più moderni coltelli in ceramica quando il vecchietto dalla robusta lama, provata da centinaia di escursioni. Il racconto delle soste fatte sotto la generosa ombra di giganteschi alberi di prelibati fichi o delle mangiate di carciofi crudi tagliati di netto con un colpo preciso facendo attenzione a non farsi beccare dal contadino che stava lavorando poco più avanti e delle amicizie nate durante queste avventure alla Tom Sawyer con ragazzetti del posto e con i cani che li accompagnavano. E tra tutti il mitico Whisky, il meticcio di cane lupo dal pelo rosso, amico per la pelle di quel ragazzino abbronzatissimo.

img-20170731-_wa0019

Credo che racconterebbe di quando lui, il coltello comprato in una ferramenta, uscì dal fodero confondendosi con la terra scura di un campo di angurie e di come il meticcio Whisky aiutò il suo amico a ritrovarlo. Sorrido quando penso a queste fantasticherie, forse perché credo che anche gli oggetti hanno un’anima, forse perché vivere momenti così intensi può veramente caricare di energia gli oggetti che ci hanno accompagnato nei momenti più belli della nostra vita. Il ragazzetto, racconta ancora il vecchio coltello, è cresciuto e la sua passione per la natura e per i cani e le avventure si è sviluppata con lui e, che ci crediate o no, ogni volta che pulisco il vecchio coltello mi sembra di sentirgli raccontare la sua storia.

Antony

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...