Il Richiamo della Foresta

sam_0836

Salve amici del bosco, in rete troviamo decine di discussioni e articoli su cosa sia meglio portare con noi per dedicare qualche giorno da trascorrere nel bosco ed ovviamente si finisce sempre per disquisire su quanto sia veramente necessario e quanto no, tanto che i margini di collocazione del termine superfluo diventano paradossalmente mutevoli a seconda della linea di pensiero del commentatore. E fin qui ci sta dentro!

Alla fine della fiera decidere se dormire in una tenda, che è operativa in un minuto, o impegnarsi per un’ora come dei boscaioli per realizzare qualcosa che dia riparo la notte piuttosto che una semplice coperta accanto al fuoco ed il cielo come telo dipende da ciò che vogliamo noi. Così come delle varie tesine su quale sia il coltello più adatto, dal più semplice chiudibile stile Opinel al più moderno e specializzato coltellino svizzero o, ancora, uno spartano coltello full tang in stile trapper contro un super moderno coltello di stile militare con tanto di kit “alla Rambo”.

img-20170727-_wa0009

In fondo queste giornate, se vissute nel rispetto dell’ambiente (elemento che non può e non deve mancare a prescindere dallo stile e dallo spirito con cui vivremo questi giorni), devono appagare noi stessi. Ma consentitemi una riflessione…e il nostro cane?

Ebbene, il nostro cane ha uno stile di vita più umano di quello che comunemente si immagina. In casa gli sono stati assegnati dei luoghi, dove mangiare, dove trovare sempre l’acqua, dormire e riposare, ed i più simpaticamente intraprendenti si ritagliano anche le loro zone conforto che, a seconda dei permessi ottenuti, possono essere un tappeto o una poltrona piuttosto che un segreto luogo nel giardino di casa. Per lui le passeggiate quotidiane sono una piacevole routine che però si conclude sempre tornando dopo al massimo un paio d’ore a casa, momento questo che il nostro cane mostra di apprezzare davvero con piacere andando subito a bere o a distendersi un po’.

Se il nostro amico a quattro zampe non sarà stato gradualmente abituato a vivere molte più ore fuori casa immerso nella natura, se non lo sapremo gratificare in un mondo di odori e tracce per noi invisibili ma per lui esistenti e tangibilissime, presto diventerà apatico e per nulla interessato a venire con noi. Via quindi le immagini alla Jack London in stile “richiamo della foresta”. Il nostro cane ama le comodità umane e quando la sveglietta del suo orologio darà il segnale desidererà tornare tra le calde, comode e serene pareti di casa. Cosa possiamo fare allora?

  1. Sederci davanti a lui e spiegargli che lui discende dal lupo e che un tempo viveva cacciando tra i boschi.
  2. Desistere o lasciarlo in poltrona e andare da soli a trascorrere il nostro fie settimana.
  3. Oppure…si, esiste un oppure! Considerare ancora una volta quel fattore importante, il più importante, che ha fatto di lui il più fedele amico dell’uomo, l’amore incondizionato che nutre per noi.

A chi segue i miei corsi faccio notare che i cani ci osservano, studiano il nostro comportamento, le nostre abitudini, sanno esattamente cosa stiamo per fare, anche a seconda di cosa indossiamo, e chi a sua volta ha imparato ad osservare il proprio cane sa che sto dicendo il vero. Cominceremo, allora, proprio sul campo, nel bosco, con escursioni brevi ma facendo attenzione a costruire con lui un’esperienza che vorrà ripetere. Porteremo con noi una sacca o uno zainetto che conterrà quello che serve a noi ma anche a lui, una ciotola di quelle estraibili che si appiattiscono è l’ottimale, porteremo del cibo che non mangia abitualmente ma che sappiamo che adora più di ogni altro, ovvero il nostro.

sam_0832

Arrivati sul luogo fate il vostro giro, la vostra passeggiata ma dategli la vostra attenzione, coinvolgetelo nelle vostre azioni: se state osservando una pianta chiamatelo vicino a voi, se mostrerà interesse lasciatelo annusare, in ogni caso lodatelo. Dopo non più di un’ora, per le prime volte, costruite un piccolo bivacco, mettete su un telo tenda piuttosto che una più comoda e veloce mezza tenda, riempite la sua ciotola di acqua e preparate da mangiare, il nostro cane adora vederci preparare da mangiare. Poi sediamoci e mangiamo quello che abbiamo preparato e facciamolo insieme a lui, successivamente riposate un po’ insieme magari stendendovi sotto la tenda. Finito il riposino ritirate tutto e non dimenticate di coinvolgerlo parlandogli di tanto in tanto. Continuate la vostra escursione per un’altra oretta e concludete recandovi a casa. Le escursioni successive andranno fatte nello stesso luogo magari esplorando altri angoli del bosco ma la sosta andrà fatta, almeno le prime volte, nello stesso luogo in cui preparerete, consumerete e riposerete insieme.

img-20170721-_wa0005

Durante le vostre uscite affronterete man mano dei piccoli ostacoli come una salita più ripida, l’attraversamento o l’avvicinamento ad un corso d’acqua incoraggiando e gratificando il nostro cane ogni qualvolta si dimostra attento, attivo e coinvolto, non dimenticando mai di usare il NO con tono fermo quando, al contrario, sta per fare qualcosa che non dovrebbe, come allontanarsi troppo, mostrare più attenzione del necessario verso animali che possiamo incontrare nel bosco o lì vicino (anatre, bestiame e via dicendo). Se questo periodo di prova viene fatto costruttivamente vedrete con i vostri occhi che comincerà ad andare fibrillazione ogni volta che preparate lo zaino e così dalle piccole escursioni al pernottamento di qualche giorno il passo sarà breve.

img-20170727-_wa0005

In ultima analisi, al vostro cane poco importa in che “stile” intendiate trascorrere i vostri giorni nel bosco, tanto meno gli interessa del coltello che sceglierete di portare con voi; a lui importate voi ed ha reimparato ad apprezzare anche lui quella strana sensazione (che non sa bene da dove arrivi) ma quell’immagine del fuoco acceso la sera, che terrorizza tutti gli animali ma non lui, con voi che gli state accanto gli ricorda qualcosa di tempi molto lontani, a lui come a noi del resto. Buon Bosco!

Antony

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...